ABCSondaggi
Con quanti partner ho avuto rapporti sessuali ?
A volte si sente dire che i nuovi modelli di vita e di comunicazione rendano il sesso un oggetto di scambio .. altre che c'e' un distatto dal sesso e modelli di castità rinnovati ... ma in verità come stanno le cose ? Tu con quanti partner hai avuto rapporti ?
(clicca in uno dei pallini per scegliere)
Nessuno
da 1 a 3
da 4 a 7
da 7 a 10
piu' di 10





Gorgia
4 (6) Infatti, ella fece quel che fece o per cieca ...
| Guide | Ultime | Le migliori Guide | Articoli e Notizie attuali | Modifica Guide | Proponi un articolo
Cerca Guide:
Indice

4 (6) Infatti, ella fece quel che fece o per cieca volontà del Caso, e meditata decisione di Dèi, e decreto di Necessità; oppure rapita per forza; o indotta con parole, <o presa da amore>. Se è per il primo motivo, è giusto che s’incolpi chi ha colpa; poiché la provvidenza divina non si può con previdenza umana impedire. Naturale è infatti non che il piú forte sia ostacolato dal piú debole, ma il piú debole sia dal piú forte comandato e condotto; e il piú forte guidi, il piú debole segua. E la Divinità supera l’uomo e in forza e in saggezza e nel resto. Che se dunque al Caso e alla Divinità va attribuita la colpa, Elena va dall’infamia liberata.
 
5 (7) E se per forza fu rapita, e contro legge violentata, e contro giustizia oltraggiata, è chiaro che del rapitore è la colpa, in quanto oltraggiò, e che la rapita, in quanto oltraggiata, subí una sventura. Merita dunque, colui che intraprese da barbaro una barbara impresa, d’esser colpito e verbalmente, e legalmente, e praticamente; verbalmente, gli spetta l’accusa; legalmente, l’infamia; praticamente, la pena. 

Ma colei che fu violata, e dalla patria privata, e dei suoi cari orbata, come non dovrebbe esser piuttosto compianta che diffamata? ché quello compí il male, questa lo patí; giusto è dunque che questa si compianga, quello si detesti. compianta che diffamata? ché quello compí il male, questa lo patí; dunque è giusto che questa si compianga, quello si detesti.
 
6 (8) Se poi fu la parola a persuaderla e a illuderle l’animo, neppur questo è difficile a scusarsi e a giustificarsi cosí: la parola è un gran dominatore, che con piccolissimo corpo e invisibilissimo, divinissime cose sa compiere; riesce infatti e a calmar la paura, e a eliminare il dolore, e a suscitare la gioia, e ad aumentar la pietà. E come ciò ha luogo, lo spiegherò. 

(9) Perché bisogna anche spiegarlo al giudizio degli uditori: la poesia nelle sue varie forme io la ritengo e la chiamo un discorso con metro, e chi l’ascolta è invaso da un brivido di spavento, da una compassione che strappa le lacrime, da una struggente brama di dolore, e l’anima patisce, per effetto delle parole, un suo proprio patimento, a sentir fortune e sfortune di fatti e di persone straniere. Ma via, torniamo al discorso di prima. 

(10) Dunque, gli ispirati incantesimi di parole sono apportatori di gioia, liberatori di pena. Aggiungendosi infatti, alla disposizione dell’anima, la potenza dell’incanto, questa la blandisce e persuade e trascina col suo fascino. Di fascinazione e magia si sono create due arti, consistenti in errori dell’animo e in inganni della mente. 

(11) E quanti, a quanti, quante cose fecero e fanno credere, foggiando un finto discorso! Che se tutti avessero, circa tutte le cose, delle passate ricordo, delle presenti coscienza, delle future previdenza, non di eguale efficacia sarebbe il medesimo discorso, qual è invece per quelli, che appunto non riescono né a ricordare il passato, né a meditare sul presente, né a divinare il futuro; sicché nel piú dei casi, i piú offrono consigliera all’anima l’impressione del momento. La quale impressione, per esser fallace ed incerta, in fallaci ed incerte fortune implica chi se ne serve. 

(12) Qual motivo ora impedisce di credere che Elena sia stata trascinata da lusinghe di parole, e cosí poco di sua volontà, come se fosse stata rapita con violenza? Cosí si constaterebbe l’imperio della persuasione, la quale, pur non avendo l’apparenza dell’ineluttabilità, ne ha tuttavia la potenza. Infatti un discorso che abbia persuaso una mente, costringe la mente che ha persuaso, e a credere nei detti, e a consentire nei fatti. Onde chi ha persuaso, in quanto ha esercitato una costrizione, è colpevole; mentre chi fu persuasa, in quanto costretta dalla forza della parola, a torto vien diffamata.
 
 
Permalink: http://ABCtribe.com/Wiki/guides/_gui_376_14

Vota per andare alla pagina successiva
Condividi su: Clicca per segnalare questa pagina ai tuoi amici Segnala ad amici Facebook Condividi su Twitter Condividi via email
dai un voto positivo a questa pagina dai un voto negativo a questa pagina
Segnala Contenuto
Inappropriato.
 

indietro avanti

Corsi, Convegni, Master, Seminari, Corsi di Alta Formazione.
Scoprili tutti su Bakeca.it

  ...e tu che ne pensi ?  
Pseudonimo:
e-mail: (Opzionale)
(il vostro IP verra' salvato da ABCtribe.com per evitare abusi)

eBook suggeriti
Tutti gli eBook » Altri eBook suggeriti »

  le Guide correlate
Adorno (Filosofia)
Anassimandro (Filosofia)
Anselmo D'Aosta (Filosofia)

  gli Articoli correlati
Filosofi manager (Lavoro) market
Lavorare per i lavoratori (Lavoro) Daniela P.
Mi chiamano Prof (Lavoro) Saskia M.

Ultime guide sullo stesso argomento: Filosofia
Mazzini Giuseppe Mazzini: tra politica e filosofia. La vita, il pensiero e le opere di Mazzini
Chomsky Chomsky e il linguaggio. La vita, il pensiero e le opere di Noam Chomsky
Horkheimer La scuola di Francoforte, la vita, il pensiero e le opere di Max Horkheimer
Saint-Simon La vita, il pensiero e le opere di Saint-Simon
Fromm La vita, il pensiero e le opere di Fromm
Levi-Strauss La vita, il pensiero e le opere di Levi-Strauss
Adorno La vita, il pensiero e le opere di Theodor Wiesengrund Adorno, con brani antologici, aforismi e confronti con altri filosofi
C. G. Jung La vita, il pensiero filosofico e le opere di Jung
Burke La vita, il pensiero e le opere di Edmund Burke
Adam Smith La vita, il pensiero filosofico e le opere di Adam Smith
Elenco cronologico completo »

Segnala questa guida



ABCtribe
    Answers™
Fai una domanda su
Fai una domanda su Università
Feedback Form