ABCSondaggi
Dove ABCtribe dovrebbe migliorare ?

(clicca in uno dei pallini per scegliere)
Il menu sulla sinistra
La navigazione
Scritte più grandi
La Community
Più materiali





Domande/Risposte
filologia slava

| Domande | Inserisci | Ricerca | Ultime Domande | Condividi con Amici | FAQ

  Dati Esame: filologia slava  
Docente (cognome):
De Michelis
  Autore
Arianna M.
Università degli studi Tor Vergata
LingueStraniere.
filologia slava »
Universita' (sede):
Facolta':
Indirizzo studi:
Lingue e letterature moderne

  Domanda: filologia slava

Il domenicano Beniamino?

  Risposta:

Per vedere la risposta iscriviti od entra se sei gia' registrato.

Un ruolo non secondario nella strategia dell’arcivescovo di Novgorod- e dunque nell’attività del circolo filo-cattolico intorno a Gennagij- venne svolto da un misterioso frate domenicano, Beniamino (d’origine slavo-meridionale -Croazia)
Egli compare a Novgorod all’inizio degli anni 90 del XV secolo e collaborò attivamente alla costituzione di un corpus completo dei testi biblici, traducendo dal latino interi libri dell’Antico Testamento (completato nel 1493). Egli compilò inoltre un trattato contro il partito del gran principe che sosteneva l’ammissibilità della secolarizzazione delle proprietà fondiarie ecclesiastiche , il Trattato breve (slovo kratko). Poi scompare, senza lasciare tracce. Si ipotizza che egli lasciò le terre russe nel 1494, quando su ordine del principe Ivann III la chiesa cattolica di S. Pietro venne chiusa.
È stata avanzata l’ipotesi che egli sia giunto nel 1490 al seguito dell’ambasciatore cesareo Giorgio della Torre (risulta infatti che l’ambasciatore avesse interessi personali in Croazia). Per quanto riguarda le traduzioni bibliche (veterotestamentarie) esse vennero effettuate per compilare il corpus biblico in slavo-ecclesiastico, nulla le collega alla campagna antiereticale, se non il fatto che tale progetto ere stato concepito da Gennadij al fine di far fronte alla maggior dimestichezza che i giudaizzanti avessero con la Bibbia rispetto alla chiesa russa. Il codice conteneva alcuni testi non canonici (non legittimi) per la chiesa ortodossa (Sapienza, Esdra, Giuditta, Maccabei) ed altri –presenti nella tradizione latina- ma non compresi nella Vulgata (Inni biblici, Preghiera di Manasse, Sogno del re Gioas). Essi erano in possesso degli eretici.
Quanto al trattato breve esso rappresenta il massimo contributo ideologico di parte cattolica alla politica di Gennadij. Esso rivela una precisa strategia ecclesiologica ed ideologica: dall’Antico Testamento fino al Nuovo, la Scrittura testimonia dell’ammissibilità per la chiesa di possedere beni mobili ed immobili; nella storia cristiana questo diritto è stato sanzionato con la Donazione di Costantino, che vale per la chiesa d’oriente quanto per quella d’occidente.
Il tema delle proprietà ecclesiastiche e quello connesso ai diritti e doveri dei vescovi in quanto amministratori apostolici sono , forse, gli unici sui quali cattolicesimo ed ortodossia non hanno mai ritenuto opportuno scontrarsi.
Egli usa un argomento che vale, oltre che per il potere politico irrispettoso delle proprietà ecclesiastiche, anche per quel settore del monachesimo russo che, influenzato dall’esicasmo, affermava l’idea della povertà della chiesa e dei monasteri.
I passi biblici usati nel trattato accomunano gli eretici denunciati –quelli di Novgorod- con gli strigolniki e con la tradizione valdo-husita (come la polemica contro il donatismo, puperesimo), ma soprattutto vi si accentua il valore, fondante e provvidenziale, della Donazione costantiniana.
Accanto alla donazione di Costantino, vi è però un altro passo del trattato che riconduce alla polemica occidentale di quegli anni: l’utilizzazione della dottrina dei “tre ceti sociali”. Il pastore della chiesa deve pregare per il proprio signore temporale, egli deve difendere il proprio pastore ed i beni della chiesa, il pastore deve lavorare per nutrire entrambi.
La presenza di Beniamino a Novgorod sembra rispondere ad un preciso interesse della gerarchia cattolica –ben consapevole dell’infezione ereticale nelle terre adiacenti a quelle russe nord-occidentali- ad inseguirla e perseguirla anche in terra slavo-ortodossa, cioè anche al di fuori della sua giurisdizione.


Data appello (in cui è stata fatta): 26/01/2007

Riferimento (testo/pagina): “La Valdesia di Novgorod: Giudaizzanti e prima riforma (sec. XV)”, del professore De Michelis.

Vota la Qualita' :
Entra per votare



  Commenti:   
Inserisci i tuoi commenti/integrazioni:
Vuoi essere aiutato ? Usa un linguaggio corretto, niente parolacce :)

Contatta chi sta Studiando l'esame
Alice A.


aosta

Mariachiar C.


Messina

Domande d'esame
I movimenti ereticali tra il XV e il XVI secolo, durante la formazione dello stato moscovita centralizzato.. Tutti i movimenti ereticali, ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Il domenicano Beniamino? Un ruolo non secondario nella ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
L’armata di Satana? Di cosa si tratta? L’episodio più clamoroso è il ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
L’inquisizione cattolica? Gli anni che vedono il ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
L’ Illuminatore di Iosif Volockij .. L’ Illuminatore di Iosif ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cosa si intende per Il “bogomilismo” dei giudaizzanti? Più plausibile del supposto ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Sadducei? Sadducei: movimento sorto ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
La questione del sabato del Signore? La questione del sabato è ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Lestica Ioanna Lestvicnika (Scala di Giovanni Climaco) di Ivan Cernij ? Un altro testo di Ivan Cernij ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Letopisec ellinskij i rimskij di Ivan Cernyj? Ci fu poi un altro eretico di ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cosa è realmente l' esercizio di numerologia contenuto nella Laodikijskoe poslanie? Esso è certamente una ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Litoreja v kvadratach? Essa è di difficile ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cos'è l' 'Epistola del patriarca Fozio'? -Epistola del patriarca ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cosa si intende per :La biblioteca dei Giudaizzanti? Si tratta della letteratura ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Come difinisce Iosif Volockij l'eresia dei giudaizzanti? Iosif Volockij , nel ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Quali sono i tre concili convocati a Mosca per combatterla l'eresia di Novgorod-Mosca? Il complesso rapporto che si ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Qual è la vicenda, per lo meno quella ipotizzata, che è alla base della diffusione dell'eresia di Novgorod-Mosca? Risulta, dalla narrazione, ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
I movimenti ereticali tra il XV e il XVI secolo, durante la formazione dello stato moscovita centralizzato.. Tutti i movimenti ereticali, ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cosa è un "sorite" e in cosa consiste? Il sorite è una forma di ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Cosìè l' "archetipo" ? In filologia l'archetipo è il ... De Michelis Università degli studi Tor Vergata
Arianna M.
Altri »
  Fai una domanda su filologia slava  
Cliccando Invia accetto le Norme di ABCtribe



ABCtribe
    Answers™
Fai una domanda su
Fai una domanda su Esami
Feedback Form